Clan "Bronse Cuerte"

coe ciacole non se impasta le fritoe

Bronse cuerte, come dire che si può pensare che il fuoco sia spento ma... le Bronse Cuerte sono lì, pronte a far ripartire il grande fuoco dello Scautismo.
Il cerchio delle promesse degli Adulti (Senior)
Il Clan, che riparte a ufficialmente l'8 febbraio del 2020. Un anno complesso che parte in salita e il Clan risponde con forza e unità, contro il COVID19, malefico virus che strappa molte, troppe vite.

#iorestoacasa

Ecco alcune foto del primo impegno:

#teconosomascarina


#questateadevocontare

Cesare - Vicenza 27/03/2020 - Esperienza di oggi

Oggi, per le strade di Vicenza per consegnare le mascherine del Comune, Sandra ed io, vediamo un signore che, in sella alla sua bici fa avanti e indietro per la sua strada; bada ben non più di 200 metri, avanti e indietro per parecchie volte. Sandra e io ci siamo guardati e Sandra mi ha detto: "Guarda che bravo quel signore, avanti e indietro con la biciletta" per allenarsi.
Quando ci siamo avvicinati ci chiede di che associazione eravamo. E noi: "CNGEI...", risponde: "Scout una volta scout per sempre...", si scopre il viso dalla mascherina e... lo riconosco. Era un nostro scout.
Due cose mi hanno sorpreso: la prima la precisione nel seguire i dettami della legge (200 mt e non più) che rispecchia la capacità acquisita degli Scout di essere rispettosi delle regole e la seconda il senso di appartenenza che ho sentito nelle sue parole.
Il fatto però mi ha fatto riflettere: inizialmente io non ho ricosciuto l'uomo che c'era dietro la mascherina. Quello che sta accadendo sta cambiando radicalmente il nostro modo di rapportarci, in peggio.
Uno dei nostri capisaldi, il riconoscimento della persona che passa per la visione del volto è, spero solo al momento, offuscata.
Certo che questo momento difficile finirà presto vi saluto e abbraccio.
Cesare